Moca o cialde?

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Condividi

Il rito del caffè. Moca o cialde? Una domanda che ormai si pongono in molti. Entrambi i metodi hanno i loro vantaggi. Svegliarsi la mattina, arrancare con gli occhi ancora chiusi verso la cucina e farsi il primo caffè della giornata. Chi non ha bisogno di un buon caffè per riuscire a partire al meglio?  I più fortunati lo ricevo a letto, ma per chi deve alzarsi e farlo da sé, le possibilità sono due. Farlo alla vecchia maniera con una buona Moca – e soprattutto con una buona polvere di caffè – o farlo con le cialde, garantendo soprattutto la velocità e una buona schiuma. Vediamo le differenze fra queste modalità di preparazione di questa antica bevanda dalla storia sorprendente.

Per molti il primo caffè del mattino è un rito, vediamo le due alternative per praticarlo:

Il caffè in MOCA

I vari passaggi di questa preparazione a volte vengono eseguiti quasi automaticamente, ma hanno un che di unico. Tralasciando il fatto che ogni volta bisogna pulire la moca dal caffè precedente – mai fatto appena finito di bere il caffè – parlo del caricare l’acqua al giusto livello, guardando la parte interna, assicurandoci che arrivi alla valvola, oppure il momento in cui apriamo il barattolo o la busta del caffè e veniamo inondati dall’aroma fresco della macinatura. Quanti invece soffiano tra le insenature della chiusura a vite mentre chiudono la macchinetta?

Recentemente ho scoperto che, per gli amanti di questa preparazione, il modo migliore per fare un buon caffè, è macinare da sé i chicchi. Si avrà sempre una macinatura fresca ed il sapore del caffè sarà sempre perfetto.

Il caffè in CIALDE

Con le cialde il discorso è diverso: la sua velocità di esecuzione ci permette di dormire anche quei 10 minuti in più, che sembrano pochi, ma al mattino equivalgono ad ore! Concetto che ci fa capire quanto Albert Einstein avesse ragione. Vecchio relativo amico mio.

Con il caffè in cialde:

  • accendiamo la nostra macchina;
  • la macchina si riscalda, ci vogliono all’incirca 30 secondi;
  • inseriamo la cialda e azioniamo il meccanismo;
  • Il caffè cade caldo nella nostra tazza pronto per essere bevuto.
La mia esperienza

Ho scoperto di recente che la mattina preferisco il caffè della moca. Principalmente per quel profumo che poi inonda tutta la casa. Il caffè in cialde lo uso per tutti gli altri caffè della giornata. Mi permette di farlo velocemente ed è sempre buono a prescindere da come lo faccio. Certo, il discorso varia molto a seconda del tipo di cialde che utilizziamo e su questo c’è molto da dire.

Quali sono le cialde migliori in rapporto qualità-prezzo?

E tu che caffè preferisci? Moca o Cialde?

Scrivilo nei commenti

close
Iscriviti alla newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre informato sugli ultimi articoli! Non ti daremo troppo fastidio! Promesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *